inglese per bambini
Blog

Inglese per bambini: perché è importante cominciare da piccoli

on
21 Luglio 2020

L’inglese per bambini è diverso dall’inglese per adulti.

I piccoli sono ancora nella fase in cui apprendono il linguaggio in maniera naturale, sono auto-motivati ​​e, a differenza di noi grandi, sono meno critici con sé stessi quando sbagliano.

L’idea che imparare l’inglese sia difficile non gli passa ancora per la testa, a meno che non gli venga suggerita da chi ha approcciato lo studio della lingua nel modo sbagliato.

Ma vediamo alcuni aspetti e vantaggi dello studio dell’inglese per i bambini.

I vantaggi di iniziare presto con lo studio dell’inglese per bambini

Nei bambini sono ancora fresche le abilità innate per l’apprendimento della lingua madre, quindi è facile usare la stessa intelligenza linguistica per apprendere una seconda lingua.

Come con l’italiano, a loro piace imparare giocando e, in modo particolare, condividere le loro attività educative e di gioco con i grandi.

I corsi di lingua in questa fase sono ancora informali, non ci sono compiti per casa e gli standard di valutazione sono molto più flessibili rispetto ai grandi (cosa che toglie inutile stress al processo id apprendimento).

Quando i bambini apprendono la lingua naturalmente, senza fare troppi sforzi, hanno maggiori probabilità di avere una pronuncia migliore e una sensibilità più accentuata verso le lingue e le culture diverse.

Sfortunatamente, questa elasticità mentale va diminuendo col tempo.

Infatti è stato dimostrato che più tempo passa e più la capacità di imparare la lingua in modo naturale decresce.

Già a partire dall’adolescenza gli studenti sono molto più “realisti” e tendono a studiare l’inglese utilizzando strutture teoriche e grammaticali (che diminuiscono l’efficacia dell’apprendimento e la motivazione).

L’età in cui si verifica questo cambiamento dipende in larga misura dai livelli di sviluppo del singolo bambino e dalle aspettative della sua famiglia.

Per questo conviene far fare corsi di inglese per bambini ai propri figli il prima possibile.

Fasi di apprendimento dell’inglese per bambini

Il linguaggio parlato viene ovviamente prima della lettura e della scrittura.

Nelle prime fasi di apprendimento dell’inglese i bambini sentono parole nuove e imparano a poco a poco a ripeterle, come fanno con l’italiano.

Una volta che si crea l’associazione mentale (es. macchina = car) per loro sarà semplicissimo richiamare la parola quando ce ne sarà di bisogno.

Esattamente come con la lingua madre passa del tempo prima che saranno in grado di scrivere con il giusto spelling.

Per questo la scrittura dell’inglese per i piccoli si limita a poche parole, di solito associate alle immagini.

L’ascolto

Quando i bambini imparano la lingua, c’è una fase in cui guardano, ascoltano e comunicano attraverso l’espressione facciale o i gesti prima di iniziare a parlare.

Durante questo periodo genitori e insegnanti non dovrebbero costringerli a dialogare o a ripetere.

Il dialogo potrebbe essere unilaterale o essere limitato alle istruzioni per un gioco da fare in classe.

Cominciare a parlare

Dopo un po ‘di tempo, a seconda della frequenza delle sessioni di inglese, ogni bambino inizia a pronunciare singole parole (“gatto”, “casa”) o frasi brevi a memoria (“Che cos’è?”, ” È il mio libro “,” Non posso “,” È un’auto “).

Le parole vengono pronunciate senza capire quando finisce una e inizia l’altra, o la loro funzione grammaticale.

Questa fase di ripetizione “a pappagallo” continua per un po ‘di tempo fino a quando il bambino non diventa in grado di formulare pensieri propri.

Costruire frasi in inglese

A poco a poco i bambini mettono insieme singole parole ampliando il loro vocabolario (“un cane”, “un cane marrone”, “un cane marrone e nero”).

Poi passano alla formulazione di piccole frasi per descrivere il mondo che li circonda (“Questa è la mia sedia”, “Chiara è mia amica”).

A seconda dell’approccio educativo e della frequenza, a questa fase potrebbe seguire la capacità di descrivere situazioni immaginarie viste nei disegni o nelle foto.

Comprensione

I bambini hanno una capacità innata per comprendere l’essenza di quello che gli viene detto.

Se l’insegnate o il genitore comunica in inglese utilizzando anche gesti, espressioni o immagini, facilita la comprensione naturale del bambino senza bisogno di dare spiegazioni esplicite (che in alcuni casi potrebbero creare una sorta di chiusura all’apprendimento).

Leggi anche: La conoscenza dell’inglese è fondamentale, ma in Italia siamo ancora tra gli ultimi in Europa

Aspetti da tenere a mente nell’insegnamento dell’inglese per bambini

Uno dei primi ostacoli che emergono durante l’insegnamento dell’inglese per bambini è la frustrazione che segue l’iniziale momento di entusiasmo.

Come in tutte le attività educative o sportive, i bambini perdono facilmente interesse, specialmente se non notano cambiamenti o miglioramenti.

A tal fine potrebbe aiutare mantenere le lezioni vivaci, evitando di forzarli a studiare o di imporre regole grammaticali e spiegazioni teoriche.

Variare le sessioni con giochi, canzoni e quiz potrebbe aiutarli a dimenticare di stare facendo una lezione e a partecipare con più coinvolgimento.

Errori

In generale, non si dovrebbe dire ai bambini che hanno commesso un errore perché qualsiasi correzione li demotiva facilmente, specialmente se fatta davanti ai compagni di classe.

Gli errori possono far parte del processo di elaborazione delle regole grammaticali dell’inglese o possono essere un difetto nella pronuncia.

A prescindere dalla loro tipologia, il metodo migliore per affrontarli è ripetere la parola o la frase in modo corretto fino a quando il bambino non recepisce l’errore e si auto-corregge.

L’ambiente per l’apprendimento dell’inglese per bambini

Ovunque essi siano, i bambini piccoli devono sentirsi al sicuro durante l’apprendimento ed essere circondati da oggetti che ricordano più la loro stanzetta che la classe di una scuola.

Le attività devono essere supervisionate da una persona adulta che fornisce un commentario continuo riguardo a ciò che sta accadendo e comunica usando un inglese adatto al loro livello di comprensione.

Le sessioni di inglese devono essere divertenti e interessanti, incentrate sui concetti che i bambini hanno già compreso nella loro lingua madre.

Infine, è meglio se le attività vengono supportate da oggetti specifici (pupazzi, macchinine, colori, ecc.) ove possibile, in quanto essi stimolano l’intelligenza spaziale e aiutano i bambini a imparare utilizzando anche le mani e il corpo.

Sostegno dei genitori

I bambini, come i grandi, hanno bisogno di sentire che stanno facendo progressi.

Hanno bisogno di un continuo incoraggiamento, specialmente dopo aver completato un compito assegnato in classe.

I genitori sono in una posizione ideale per motivare e quindi aiutare i loro figli a imparare, e possono farlo anche se non hanno un livello altissimo di inglese.

Inoltre grazie alla condivisione delle attività, i genitori possono non solo portare lo studio dell’inglese per bambini nella vita familiare, ma possono anche influenzare l’atteggiamento dei loro figli nei confronti dell’apprendimento di altre lingue.

Ricordiamo infatti che è generalmente accettato che la maggior parte delle inclinazioni che ci portiamo dietro da grandi si formano intorno agli 8/9 anni.

inglese per bambini

I corsi e le certificazioni di inglese per bambini

I corsi per bambini (Young Learners) di Eurolingue sono pensati per sviluppare le abilità linguistiche di bambini tra i 7 e i 12 anni.

Ogni corso segue la struttura di uno dei tre livelli di inglese per bambini della Cambridge Assessment English, Starters, Movers e Flyers, e ha lo scopo di preparare gli studenti a ottenere le rispettive certificazioni.

Pre A1 Starters

Il certificato Starters (YLE Starters) è il primo dei tre test Cambridge Assessment English per bambini e corrisponde al livello per A1 secondo il Quadro Comune Europeo.

Chi può effettuare il test

I bambini che sostengono il test YLE Starters hanno generalmente un’età compresa tra 7 e 8 anni e hanno fatto circa 40 ore di lezioni di inglese.

Abilità

Nel test i bambini dovranno:

  • riconoscere i colori in inglese;
  • rispondere a domande molto semplici su se stessi;
  • scrivere brevi risposte di una parola a domande basilari;
  • dimostrare di saper comprendere dei testi brevi e riconoscere il significato di parole d’uso comune.

Valutazione del test Starters

Non ci sono bocciature o esiti negativi per il test e tutti i bambini ricevono un certificato.

Ogni bambino può ottenere un massimo di cinque scudi per ogni parte del test.

Il numero di scudi che vengono assegnati per ogni parte verrà mostrato sul loro certificato che verrà inviato dopo alcune settimane.

Durata del test

Reading e writing

20 minuti

Listening

20 minuti

Speaking

3-5 minuti

A1 Movers

Il certificato Movers (YLE Movers) è il secondo dei tre test Cambridge Assessment English per bambini e corrisponde al livello A1 secondo il Quadro Comune Europeo.

Chi può effettuare il test

I bambini che sostengono il test YLE Movers hanno generalmente un’età compresa tra 7 e i 12 anni e hanno avuto circa 80 ore di lezioni di inglese.

Abilità

Nel test i bambini dovranno:

  • comprendere istruzioni basilari in inglese;
  • rispondere a domande o compilare moduli;
  • comprendere i fatti di una storia;
  • dimostrare di saper scrivere informazioni su se stessi o riguardanti un testo.

Valutazione del test Movers

Non ci sono bocciature o esiti negativi per il test e tutti i bambini ricevono un certificato.

Ogni bambino può ottenere un massimo di cinque scudi per ogni parte del test.

Il numero di scudi che vengono assegnati per ogni parte verrà mostrato sul loro certificato che verrà inviato dopo alcune settimane.

Durata del test

Reading e writing

30 minuti

Listening

25 minuti

Speaking

5-7 minuti

A1 Flyers

Il certificato Flyers (YLE Flyers) è il terzo dei tre test Cambridge Assessment English per bambini e corrisponde al livello A2 secondo il Quadro Comune Europeo.

Chi può effettuare il test

I bambini che sostengono il test YLE Flyers hanno generalmente un’età compresa tra 7 e i 12 anni e hanno avuto circa 120 ore di lezioni di inglese.

Abilità

Nel test i bambini dovranno:

  • spiegare le differenze tra due immagini o storie;
  • scrivere brevi storie in inglese;
  • fare domande al passato;

Valutazione del test Flyers

Non ci sono bocciature o esiti negativi per il test e tutti i bambini ricevono un certificato.

Ogni bambino può ottenere un massimo di cinque scudi per ogni parte del test.

Il numero di scudi che vengono assegnati per ogni parte verrà mostrato sul loro certificato che verrà inviato dopo alcune settimane.

Durata del test

Reading e writing

40 minuti

Listening

25 minuti

Speaking

7-9 minuti

Dai un occhiata ai nostri corsi di inglese per bambini e scopri qual’è il più adatto ai tuoi figli!

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT